Vol. 4, n. 1 (2013) - THE PUBLIC SPACE OF EDUCATION, numero speciale a cura di Luisa Bravo e Claudio Sgarbi

La parola "pubblico" e la parola "educazione" condividono un senso comune. Di solito una persona educata sa come comportarsi in pubblico.
Il titolo di questo numero speciale di IN_BO. Ricerche e progetti per il territorio, la città e l'architettura è pretenzioso, ma i suoi contenuti sono semplicemente onesti. Essi dimostrano diversi tentativi fatti da molto diversi docenti e studenti per scandagliare il territorio dello spazio pubblico attraverso diversi punti di vista.
Questa scelta non è casuale, ma non è stato pianificato in anticipo. Si tratta di un incontro omnicomprensivo di differenze complementari tra di loro. Noi crediamo che l'idea di persona, la durata della memoria, la frammentazione della forma, l'esperienza dei sensi, la nozione di comunità, la pluralità delle identità e l'immagine del corpo, costituiscano un insieme di base di nozioni per l'educazione maieutica dello spazio pubblico.

Questo numero speciale di IN_BO. Ricerche e progetti per il Territorio, la Città e l'Architettura esplora possibili, percorsi e approcci critici per la comprensione e la progettazione dello spazio pubblico, presentando e discutendo i progetti sviluppati in corsi accademici, in Italia (Università di Firenze), Israele (Bezalel Academy of Arts e Design), Canada (Azrieli School of Architecture and Urbanism), Stati Uniti (University of California, Berkeley), Australia (Queensland University of Technology, Brisbane), Cina (The Chinese University of Hong Kong). Questi studiosi, alla fine del 2012, hanno aderito al progetto di ricerca internazionale “Past present and future of public space”, sviluppato presso l’Università di Bologna, con il supporto dell’associazione culturale “City Space Architercture”. Il progetto si propone di discutere la complessa questione dello spazio pubblico attraverso il tempo, cercando di trovare un innovativo approccio nella comprensione della città, in un campo di azione multidisciplinare, dal disegno morfologico derivato dalla tradizione alle tendenze emergenti relative alla dimensione contemporanea.
I primi risultati delle attività del progetto saranno presentati, esposti e discussi durante una sessione internazionale del convegno nazionale “Biennale dello Spazio Pubblico”, promosso dall'Istituto Nazionale di Urbanistica (INU), che si terrà a Roma, il 18 maggio presso la Facoltà di Architettura di Roma TRE. Il progetto si svilupperà nel corso del 2013. Un call for papers sarà lanciata durante la Biennale, attraverso il sito web di “City Space Architecture” (www.cityspacearchitecture.org) invitando studiosi, architetti, amministratori pubblici, artisti e designer a contribuire con le loro idee e proposte al perseguimento di questo complesso e impegnativo compito. Un evento finale è previsto per giugno/luglio 2014.
Con il nostro lavoro speriamo di poter fornire un valido e significativo risultato.

Sommario

Editoriale

Luisa Bravo
1 - 4
Claudio Sgarbi
5 - 8

Progetto urbano

Margaret Crawford
9 - 70
Mirko Guaralda
71 - 186
Hendrik Tieben, Sujata Govada
187 - 226
Giulio Giovannoni
227 - 248
Milena Naldi
249 - 254
Marco Ferrari
255 - 264
Claudio Sgarbi
265 - 296
Nilly R. Harag, Talia Trainin
297 - 336
Luigi Bartolomei
337 - 345